open call

prossimità

Environ promuove una call destinata a compositori e performer di musica elettroacustica per opere che indagano il tema della prossimità. La call è pensata per offrire un’occasione di visibilità e valorizzazione di espressioni artistiche emergenti.

Il termine inglese environ porta con sé un riferimento immediato all’ambiente circostante un individuo, da questi percepito grazie all’ausilio di attività multisensoriali. L’istinto rappresentativo dell’essere umano risponde infatti a stimoli non soltanto visivi, ma anche olfattivi, tattili e – quello che qui più ci interessa – acustici. Se proviamo a riflettere sulle capacità rappresentative implicite nella dimensione acustica, possiamo subito rilevare come la materia sonora sfugga a ostacoli e distanze oltre cui la vista, per così dire, non può scorgere; con il risultato che, in una certa misura, anche l’evento sonoro distante rientra di fatto nell’ambito del nostro vicinato acustico.

All’interno di questa cornice è facile evincere come le nozioni di prossimità e distanza acquisiscono un’importanza rilevante nel definire gli ambienti che circondano una o più persone e l’esperienza che questi ne fanno. Partendo dal principio in base al quale i fenomeni uditivi sono fattori rilevanti nel generare una maggiore consapevolezza degli ambienti che ci circondano e delle relazioni circolari che instauriamo con e all’interno di essi, da parte nostra invitiamo gli artisti a fornire un contributo sul tema della prossimità.